I giorni della merla

 

 

ecco arrivati i giorni della merla.

Conoscete la leggenda?

I cosiddetti giorni della merla sono, secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di gennaio, ovvero il 29, 30 e 31; sono considerati i giorni più freddi dell’inverno. Questa leggenda viene narrata anche sotto forma di fiaba che cattura l’attenzione e incanta i più piccoli.

Una volta, tanto tempo fa, i merli erano bianchi come la neve. Un anno, gli ultimi tre giorni di gennaio furono molto freddi e gli uomini non osavano uscire per la paura di morire assiderati: i rami degli alberi scricchiolavano dal gelo cadendo e spezzandosi, i fiumi erano ghiacciati, gli uccellini si rifuggiarono nelle case sperando di ricevere un po’ di briciole e un po’ di calore.

Una merla, che si era allontanata dal suo nido per raccogliere provviste nel granaio ma a far ritorno fu sorpresa da una vampata di neve, si rifugiò nel comignolo di una casa e le sue piume diventarono nere come la notte. Dopo tre giorni la neve cessò di cadere così la merla potè tornare al suo nido. I merlotti non la riconobbero e la cacciarono via; lei cercò di ripulirsi ma tutto fu inutile. Da allora, tutti i merli divennero neri e gli ultimi tre giorni di gennaio si chiamano i giorni della merla.

Secondo una versione più elaborata della leggenda una merla, con uno splendido candido piumaggio, era regolarmente strapazzata da Gennaio, mese freddo e ombroso, che si divertiva ad aspettare che la merla uscisse dal nido in cerca di cibo, per gettare sulla terra freddo e gelo.

Stanca delle continue persecuzioni la merla un anno decise di fare provviste sufficienti per un mese, e si rinchiuse nella sua tana, al riparo, per tutto il mese di Gennaio, che allora aveva solo 28 giorni. L’ultimo giorno del mese, la merla pensando di aver ingannato il cattivo Gennaio, uscì dal nascondiglio e si mise a cantare per sbeffeggiarlo.

Gennaio si risentì talmente tanto che chiese in prestito tre giorni a Febbraio e si scatenò con bufere di neve, vento, gelo, pioggia. La merla si rifugiò alla chetichella in un camino, e lì restò al riparo per tre giorni. Quando la merla uscì, era sì, salva, ma il suo bel piumaggio si era annerito a causa del fumo e così rimase per sempre con le piume nere.

Come in tutte le leggende si nasconde un fondo di verità, anche in questa versione possiamo trovarne un po’, infatti nel calendario romano il mese di gennaio aveva solo 29 giorni, che probabilmente con il passare degli anni e del tramandarsi oralmente si tramutarono in 31. Sempre secondo la leggenda, se i giorni della merla sono freddi, la primavera sarà bella, se sono caldi la primavera arriverà in ritardo.


Gennaio

Respirano lievi gli altissimi abeti
racchiusi nel manto di neve.
Più morbido e folto quel bianco
splendore
riveste ogni ramo, via via.
Le candide strade si fanno più zitte:
le stanze raccolte, più intense.
Rintoccano l’ore. Ne viene
percosso ogni bimbo, tremando.
Di sovra gli alari, lo schianto di un ciocco
che in lampi e faville , rovina.
In niveo brillar di lustrini
il candido giorno là fuori s’accresce,
diviene sempiterno, infinito.

Rainer Maria Rilke

Che devo pensare? Oggi sole ma temperatura tra il freddino e il tiepido. Domani come sarà, che speranze abbiamo?

La primavera arriverà presto o dovremo aspettare di più? Mah………stiamo a vedere. Intanto ci mettiamo in salotto

e vi faccio assaggiare le mie ciambelline di patate spolverizzate di zucchero a velo, non sono dolci ,c’è pochissimo

burro, quindi niente problemi:

e poi un caffè, una tazza di cioccolata oppure del te. Due chiacchere ci staranno bene ciao…….. vi aspetto

 

BUON POMERIGGIO

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

3 risposte a I giorni della merla

  1. qui da me stamattina snevicchiava….ora fà un bel freddo, direi che stando alle previsioni avremo una bella primavera! date le temperature e data l’ora gradisco un pò di cioccolata… :-) buonanotte

  2. enzina il girasole ha detto:

    ciao nonna Tina stamattina nevica e continua a nevicare , anzi è cominciata già da ieri sera…. il giorno della merla oggi è proprio azzeccato buona domenica

  3. maramassaro ha detto:

    Bella la fiaba dei giorni della merla, m’è piaciuta molto. Qua quest’anno non nevica ed è un po triste tutto sommato sebbene meglio per camminare.
    Brava, un bacio mara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...