Il cesto di rose

Foto di Kalosf e le mie diverse interpretazioni

La rosa bianca in versi

Rose delle più belle
profumate d’amore
quello tuo per me
fermamente lo credo
le sfioro appena
delicata carezza
sul tuo viso
un dolore mi prende
e di rosso si tinge
la rosa bianca.
Ma.Vi

Regina…Katauta (metrica giapponese

fra chiaro scuri-
regina incontrastata
allo sguardo ti mostri
Ma.Vi

Rose e amore in racconto

Una giornata come tante, il tempo buono, cominciava a farsi sentire il caldo. Nel cielo una
leggera velatura dava un che di malinconico, ma forse era lei ad essere triste. Erano giorni
che non lo vedeva, non sentiva la sua voce….era stata la solita banale discussione finita
male. La colpa era sua, lo sapeva, il suo non era un bel carattere. Testarda come un mulo,
ragione o torto voleva sempre l’ultima parola. Lui aveva tanta pazienza, ma questa volta la
misura era davvero colma, se ne era andato e senza neanche sbattere la porta. In ufficio
svolse il suo lavoro, come sempre efficiente al massimo. Prese il caffè con i colleghi
distribuì i soliti sorrisi. Ma sentiva un cerchio alla testa, agognava il ritorno a casa. Le
sue quattro mura protettrici. Al solito, uscendo dall’ufficio, prese qualcosa per la sua cena.
Quando aprì ed entrò nel vestibolo sentì odore di pulito, la donna aveva fatto bene il suo
lavoro. Tutto era in ordine, come lei voleva. In soggiorno sentì un bel profumo di rosa, la
donna avrà usato un nuovo deodorante, pensò. Entrò nello studio per riporre documenti, la stanza era in penombra, un filo di luce trapelava dalle tapparelle, si posava su un cesto
di rose. Restò sbalordita, mai visto niente di così bello, rose di tanti colori elegantemente
sistemate nel cesto azzurro, il suo colore preferito . Le accarezzò e prese il biglietto appoggiato sulla scrivania. “Ti amo. Ho tolto tutte le spine” Le lacrime scesero spontanee a rigargli il viso e fu piangendo che aprì la porta per trovare le sue braccia pronte ad accoglierla.

Ma.Vi

Cogli rose e amore in Le Petit Onze

Rose
e l’amore cogli
nel tempo dovuto
non aspettare
mai
Ma.Vi

Grazie a Kalosf per la sua fotografia e per la bella esperienza.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in click interpretativo, Le Petit Onze, metrica giapponese, POESIE, RACCONTI. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il cesto di rose

  1. kalosf ha detto:

    Tutte belle!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...