Mi voglio “annacari”

Che voglia di silenzio

in questo mondo ciarliero

dove tutto è troppo

ho voglia d’annacarmi

di non pensare a niente

di godermi questo mare

la sua voce e il suo profumo

guardare il cielo

inseguire le nuvole

seguire il volo di un gabbiano

contare granelli di sabbia

per annacarmi all’infinito

Ma.Vi

L’arte di annacarsi è tutta siciliana. Anche questo verbo annacare non ha una vera traduzione si pensa che venga da “naca” culla, ma non vuol dire solo cullare ma tanto altro ancora. La bella donna quando cammina s’annaca, ancheggia, e la donna siciliana è maestra in quest’arte. Ci si annaca oziando, o apparendo quello che non si è. Ci sono parecchi uomini di mondo, politico e non, che si annacano, assumono atteggiamenti che spesso sono quasi ridicoli. Quando ci si vanta di qualcosa l’amico di dirà: ma chi fai t’annachì?. .. Ma può avere anche il significato di affrettarsi…

View original post 84 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...