Io e UnaVoltaEroRubino

campanule

Su per il pendio

Salivo su per il pendio
fra sterpi e verdi foglie
lassù le vidi agitate dal vento
bianche e piccole campane
della chiesa di Dio
in quel silenzio
il suono arrivava dolce
ad alleviare la fatica
ad accarezzare il cuore
Ma.Vi  

gioielli

La vetrina dell’antiquario

Ogni volta passo e guardo
la vertina dell’antiquario
siamo invecchiati insieme
lui dietro riflessi di cristallo
fra antichi argenti
io di quà ad ammirare
quel pesante bracciale
com gialli topazi incastonati
mi guardi e forse capisci
ricordi una bruna signora
forse un giorno riuscirò
a riaverlo…ma non sarà
più come allora….
Ma.Vi  

ramarro

La tua voce…. un urlo

Due occhi gialli mi guardano
immobile come in attesa
vivi in un mondo
che non è il tuo
dietro vetri blindati
la tua giornata scorre
fra un pasto ed un flash
il coccodrillo come fa
dice la filastrocca
forse la tua voce è un urlo
vorresti la libertà
tutti a temerti… io no
so che tu segui l’istinto
sono altri coccodrilli
che temo di incontrare
Ma.Vi

Foto di UnaVoltaEroRubino-Grazie

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in click interpretativo, POESIA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Io e UnaVoltaEroRubino

  1. UnaVoltaEroRubino ha detto:

    Grazie❤davvero brava!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...