Ascolto una voce lontana

13233781-conch-shell-on-beach

Ho costruito il mio castello
con sabbia umida d’amore
con le mani a coppa
ho raccolto l’acqua
per bagnarlo perchè nom s’asciugasse
per anni ho faticato
fra lacrime e improvvise risa
e l’acqua non mancò mai
oggi mani stanche
perdono il prezioso liquido
fra dita distorte.
Il sole brucia stamane
il castello è crollato
un’onda lo porta via…
un bianca conchiglia
resta sulla rena
“l’Eterno illumina
le mie tenebre”
e ascolto una voce lontana
Ma.Vi

Incipit: L’Eterno illumina le mie tenebre di Samuele

Immagine 123RF.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in POESIA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...