Jazz per l’ultima domenica di marzo

coltizig

Nella calda mattinata primaverile
piacevolmente oziare
al solito tavolino del bar
un caffè e uno sguardo alla vita
che si sciorina intorno
e poi arrivi tu ad allietarmi
soffi nel tuo sax
magiche sono le note
la musica è in ogni dove
e mi abbandono ai ricordi
al ritmo del caldo jazz
e torno a rivedere
paesaggi stupendi
la verde campagna toscana
il borgo e  il castello
il fiume che sonnolento
sotto il ponte scorre
e poi ecco la città che amo
Firenze con il suo Arno
il Ponte Vecchio
e rivedo il corridoio
di quel genio che fu il Vasari
Firenze ricca di magia
nelle strade trovi il mondo
la bellezza di una città
nei colori e nei diversi idiomi
E tu suona amico mio 
accompagna le ore
di quest’ultima domenica di marzo
Ma.Vi


Collage delle foto di zivago42- Grazie

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in click interpretativo, POESIA. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Jazz per l’ultima domenica di marzo

  1. Antonio ha detto:

    quante volte sono stato lì a Ponte Vecchio a rimirare il fiume e le botteghe degli orafi oppure su quel Piazzale Michelangelo che sovrasta Firenze….

    • tinamannelli ha detto:

      Firenze è una splendida città che amo molto, le mie origini sono fiorentine e mio fratello ci vive ormai da 50 anni, la conosco bene e vi si respira aria di storia. Un abbraccio ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...