La sciarpa

Fra gente elegante

che aspetta,

respirando profumo

di dolci e di caffè,

spingi invisibile

la tua povertà

e parlando da solo

trascini i tuoi passi

nel mattino.

Assente il tuo sguardo

racconta una storia

che triste si nasconde

tra la sela irta

 e le rughe

del tuo volto stanco.

Solo una sciarpa rossa

finge eleganza

non tua

sulla giacchetta lisa,

una sciarpa smarrita

da qualcuno

all’aeroporto.

-Maria Cavallaro-

La  poesia di Maria mi ha fatto ricordare un vecchietto che chiedeva la carità, se ne stava seduto al lato della tabaccheria, a

pochi passi da casa mia. Era sempre ben pulito, e profumava di sapone di marsiglia. I vestiti erano molto usati, ma era sem-

pre molto ordinato. Non lo vidi mai sporco o malandato. Non tendeva la mano, ricordo che parlava, non si capiva se pregas-

se o ricordasse qualcosa. Qualche volta sorrideva, con quella bocca vuota, mi faceva una gran tenerezza. Io andavo spesso

a comprare le sigarette ( oggi non fumo più) o qualche altra cosa e lo salutavo, e passando mettevo qualcosa nella sua tasca.

Lui mi sorrideva come a ringraziarmi, non avevo fatto vedere agli altri che gli facevo la carità. Aveva una sua dignità, non sep-

pi mai il suo nome, non sentii mai la sua voce, solo quel mormorio. Poi ho smesso di camminare, ormai sono dieci anni che

non vado più, ho chiesto a mio marito, ma il vecchietto non si è visto più. In tabaccheria è rimasto lo sgabellino che usava

e che nessuno è venuto a reclamare. Certo era anziano, ma anche la vita di strada invecchia parecchio, spero che sia in un posto

caldo o forse …..sarà lassù…….

2 risposte a La sciarpa

  1. maria cavallaro ha detto:

    Grazie Tina per lo spazio che dai alle mie poesie, questa è nata dal ricordo di un uomo che ho incontrato all’aeroporto di Catania, sulla sessantina mostrava segni di una vita diversa, era di mattina molto presto spingeva un carrello con le sue cose e mi ha colpito quella sciarpa rossa che portava nonostante fosse già estate. Sono di quelle immagini che ti restano nella mente, che stridono fortemente con l’ambiente, con la vita. Ti abbraccio , con affetto Maria.

  2. Pina ha detto:

    Ciao Tina, posso darti del tu? Mi chiamo Pina e per caso sono entrata nella tua pagina, ho 64 anni anni il 19 Marzo ne compio 65………….Mi e’ piaciuta molto la tua pagina. Vorrei farti gli auguri,anche se in ritardo, di un dolcissimo 2012, assieme alla tua famiglia. Spero che questo messaggio ti arrivi e che tu possa rispondermi. Buonissima giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...