L’ultima notte

 

 

Parlami ora,
sulla porta del tempo,
domani scruterò
albe nuove
cercando il tuo viso
e nei giorni
echeggeranno le tue parole
nel sogno di noi.
Amami ora
e il tempo brucerà
sospeso  a fili d’eterno,
mentre spasmodici
si cercano i corpi
nella fioca luce dei fuochi
che di colori
accendono l’aria.

Ascolteremo
i cuori ruggire
e sarà domani
quando
si scioglierà l’abbraccio
che ha cullato
l’ultima notte
sulla porta del tempo.

Maria Cavallaro

Questa volta la poetessa ha dato vita ad un grande amore. Un amore che vive fra l’anno che finisce e l’anno che arriva. Io forse

per un mio particolare momento, ho visto la fine travagliata di un amore. L’ultima notte d’amore e poi il dolore. Un amore che

finisce per un motivo grave e non per volontà dei due innamorati. La poesia la si vede e la si sente, secondo il proprio stato di

animo. La trovo molto più appassionata, più matura di altre sue poesie. Sopratutto la trovo molto delicata e nello stesso tempo

decisa. La poetessa sta crescendo e i versi si fanno più belli e più sentiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...